Come si cuoce il fimo

Il fimo è termoindurente cioè va cotto nel forno di casa o in un fornetto elettrico apposito ad una temperatura di 110-130 gradi circa (dipende dal vostro tipo di forno) per un tempo di 30 minuti minimo, si può  arrivare anche a 60 min.
Innanzitutto occorre preriscaldare il forno a 130°, misurando la temperatura con un termometro da forno.
Inserire la creazione e cuocere. Non aprire mai il fornetto durante la cottura per evitare abbassamenti della temperatura all’interno.
Anche una volta terminata la cottura, non aprite ancora lo sportello.
Spegnete il forno e lasciate raffreddare all’interno la creazione, tenendo lo sportello del forno sempre chiuso finché non si raffredda completamente.
Solo quando è freddo si può aprire lo sportello ed estrarre la creazione.

Il mio consiglio è di non utilizzare il forno di casa, perchè il Fimo non è tossico di per sé, ma se viene bruciato, emette fumi tossici! Per questo motivo è bene avere un fornetto apposito che verrà usato solo con questo scopo. Per sicurezza non cucinerei mai dei cibi lì dove ho cucinato il fimo, perchè anche se non brucia comunque il fimo emette degli odori che rimangono nel forno.



Come scegliere il forno

Nella scelta del forno, è importante che  abbia il timer e i gradi. La manopola dei gradi è meglio che parta da 0 gradi per rendere più semplice la regolazione della temperatura.

Importante è anche la dimensione del forno. Deve essere un forno minimo da 10 litri. Infatti tanto più il forno è piccolo tanto più le creazioni rischiano di bruciare perché sono molto vicino alle resistenze che si scaldano durante il funzionamento. Più invece le creazioni saranno distanti e quindi più è grande il forno meno probabilità hai di bruciare le tue opere.

Dopo la cottura lasciare sempre areare il forno e la stanza.

Lascia un commento